Come combattere l’ansia secondo la scienza

Come combattere l’ansia secondo la scienza

Come combattere l’ansia? Spesso i rimedi più rapidi sono anche quelli che possono nuocere all’organismo, come gli ansiolitici e gli antidepressivi. Tutto dipende da che grado di ansia si prova, quindi è bene sempre chiedere consiglio al proprio medico, soprattutto se i sintomi sono importanti.

Questo non toglie che possiamo fare molto anche in autonomia per combattere l’ansia, soprattutto se è in forma leggera o se sentiamo che che è a uno stato iniziale. Prima di capire come combattere l’ansia con metodi naturali cerchiamo di comprendere cos’è e perché può fare capolino nella nostra vita.

Cos’è l’ansia secondo la scienza?

Secondo una pubblicazione della serie editoriale Disease Management della Società Italiana di Medicina Generale, pubblicata da medici dell’Università di Torino:

L’ansia sicuramente appartiene alla sfera dell’affettività ed è un’emozione o un sentimento che può avere intensità o cause diverse; l’ansia è una condizione fisiologica e psicologica non anormale in sé, ma che può interessare la psichiatria. Il problema cruciale è distinguere tra ansia normale e ansia patologica.

L’ansia normale è un fenomeno importante per la nostra sopravvivenza, uno stato di allerta psichica con attivazione generalizzata delle risorse individuali, diretta contro uno stimolo ben conosciuto e reale. L’ansia normale è dunque una reazione d’allarme che non solo non interferisce negativamente, ma al contrario potenzia le capacità operative del soggetto nel risolvere una situazione. Bisogna essere consapevoli che se l’ansia esiste è anche perché i geni che la permettono sono arrivati fino a noi; mentre i nostri progenitori che non avevano “i geni per l’ansia” sono probabilmente finiti, prima di potersi riprodurre, nello stomaco di qualche animale carnivoro.

Il problema nasce quindi se l’ansia diventa patologica e si accompagna a sintomi difficili come la difficoltà a respirare, il tremolio, l’eccessiva sudorazione, la sensazione che la terra manchi da sotto i piedi.

L’ansia acuta porta anche ad alterazioni del ritmo cardiaco, a stanchezza, spossatezza e forti problemi digestivi, perché lo stomaco si blocca e si manifestano crampi e intensi dolori addominali.

$

Quali sono le cause dell'ansia?

$

Come combattere l'ansia secondo la scienza (con rimedi naturali)

Quali sono le cause dell’ansia?

donna medita - come ritrovare vitalità dopo il Covid

Le cause dell’ansia possono essere molte e, di base, sono soggettive. Questo perché a differenza della paura, che è una risposta emotiva a una minaccia reale, l’ansia può insorgere per cause che non conosciamo, o meglio, riconosciamo.

Ad esempio, l’ansia può nascere a seguito di forte stress, fisico o emotivo. Questo porta il corpo a manifestare i sintomi in modo anche acuto.

La scienza ha individuato dei fattori biologici come l’eccessiva produzione dell’ormone dello stress da parte del cervello, la noradrenalina e, al contempo, una scarsa produzione dell’ormone della felicità, la serotonina.

Altri studi scientifici hanno rilevato che l’ansia può avere delle cause ereditarie, studiando casi che dimostrano come una persona ansiosa abbia familiari che soffrono dello stesso problema.

Ci sono poi fattori inconsci. Secondo alcune correnti di psicologia, l’ansia è frutto di conflitti interni che possono nascere da bambini o anche in età adulta. L’apprensione è una sorta di difesa che non ci accorgiamo di mettere in atto, ma si manifesta con i sintomi tipici dell’ansia.

I maggiori sintomi a livello psicologico individuati dalla scienza sono:

  • Paura di perdere il controllo
  • Stato di inquietudine e di tensione
  • Irritabilità
  • Impazienza
  • Scarsa voglia di stare con le altre persone
  • Difficoltà a concentrarsi
  • Preoccupazione per questioni di scarsa importanza e incertezza per il futuro
  • Scarsa memoria e disturbi del sonno

Come combattere l’ansia secondo la scienza (con rimedi naturali)

rimedi contro l'ansia naturali colloidali

Come combattere l’ansia quindi? La scienza ci viene in aiuto, soprattutto la psicologia che consiglia di praticare attività rilassanti, su tutte la meditazione.

La meditazione può essere praticata anche per pochi minuti al giorno e aiuta a ritrovare il senso della realtà, a rasserenare la mente e il sistema nervoso. In libreria, in biblioteca e nel web ci sono moltissimi libri, cd e audio con meditazioni guidate che aiutano a combattere l’ansia.

La scienza consiglia inoltre di parlare molto con noi stessi, anche dandoci del tu, perché questo aiuta a staccarci dai problemi e ad eseguire in modo più lucido i compiti di ogni giorno, come riportato negli studi pubblicati dal l’autorevole American Psychological Association.

Alla domanda come combattere l’ansia, segue anche una risposta pratica, ovvero scegliere di aiutarci con prodotti che rilassano il sistema nervoso e svolgono una leggera funzione antidepressiva.

Si tratta del magnesio colloidale puro, una soluzione che agisce con efficacia sul sistema nervoso, supplendo ad eventuali carenze di questo prezioso minerale.

Il magnesio regola infatti l’attività nervosa e una sua carenza può manifestarsi con irritabilità, scarsa concentrazione, tristezza e anche depressione lieve. Integrarlo è un’ottima idea per ritrovare equilibrio mentale e favorire il rilassamento di tutto il corpo.

Scopri subito il magnesio colloidale puro

Un altro rimedio validissimo per combattere l’ansia in modo naturale e ritrovare forza e vitalità è l’oro colloidale puro, che agisce a livello cellulare riequilibrando gli stati alterati e offrendo vitalità, benessere e armonia all’organismo.

Considerato il re dei minerali, l’oro colloidale agisce inoltre sull’umore in modo preciso, migliorandolo rapidamente. Questo aiuta a combattere l’ansia e a riacquistare la fiducia nel futuro, un presupposto base per ritrovare la voglia di vivere e di stare bene.

Scopri subito il favoloso oro colloidale puro

KIT DIFESE IMMUNITARIE

Scopri di più e acquista il KIT DIFESE IMMUNITARIE (25% di risparmio)

Scopri di più e acquista

KIT DIFESE IMMUNITARIE

(25% di risparmio)

Vitamina D spray colloidale
Ti auguriamo la migliore salute!
Come combattere l’ansia secondo la scienza
Integratori post Covid: come ritrovare forza e vitalità

Integratori post Covid: come ritrovare forza e vitalità

Quali integratori post Covid assumere? Come rafforzare l’organismo e ritrovare vitalità se siamo guariti o semplicemente vogliamo proteggerci dal virus?

Si stima che solo in Italia le persone guarite dal Covid siano 2 milioni. Fra esse molte lamentano ancora sintomi difficili come la stanchezza, la difficoltà a respirare, il senso di smarrimento e anche problemi di memoria e concentrazione.

Gli studiosi stanno definendo quella che si chiamerà sindrome post-Covid, ma in attesa che questo avvenga, è consigliato fare qualcosa per rafforzare l’organismo e aiutarlo a ritrovare benessere e vitalità.

Questo perché le ricerche hanno evidenziato che i malesseri post Covid colpiscono tra il 50% e l’80% delle persone guarite, le quali riportano anche dolori muscolari, difficoltà a digerire e problemi cardiaci.

In questo scenario è importante considerare anche il lato emotivo. Il Covid ha portato con sé insicurezza, incertezza sul futuro, paura e uno stato di tensione che per molti è diventato fonte di ansia e di stress.

Uno studio tutto italiano ha dimostrato che ci sono importanti correlazioni fra i disturbi dell’umore e la pandemia, soprattutto in periodo di lockdown.

Lo studio è stato eseguito su circa 20mila persone e ha rilevato sintomi da stress post-traumatico nel 37,14%, stress percepito nel 21.9%, depressione nel 17.3%, ansia nel 20.8% e disturbi del sonno nel 7.3%.

Come riportato da numerosi giornali, questi disturbi hanno colpito più le donne e i giovani, quindi è importante scegliere integratori post Covid che possano aiutare il corpo a riprendersi, ma anche la mente a riequilibrarsi.

$

Come riprendersi dopo il Covid con vitamine e aminoacidi

$

Ansia e tristezza post Covid: quali rimedi scegliere

Come riprendersi dopo il Covid con vitamine e aminoacidi

uomo preoccupato - cos'è l'ansia
La riabilitazione post Covid deve essere seguita dai medici, che provvedono a effettuare gli esami ematici specifici. Questi esami possono mostrare se ci sono carenze di ferro e di vitamine, ma anche capire il grado di infiammazione.

Secondo la scienza, il virus ha colpito soprattutto le vie aeree, in particolare i polmoni, perché si tratta della ‘porta’ verso l’organismo, ma successivamente ha purtroppo agito in modo distruttivo anche all’interno dell’organismo, con importanti alterazioni metabolico/strutturali delle cellule colpite.

In altre parole, è come se le cellule colpite possano lavorare  nel post Covid solo al 50% delle loro capacità, ed è quindi vitale ripristinarne la loro salute per ritrovare uno stato di forza e vitalità.

Per questo la scienza consiglia di provvedere con una corretta assunzione di vitamine e di aminoacidi, che aiutano le cellule a ripristinare il loro patrimonio metabolico.

Per quanto riguarda le vitamine, si può procedere con la reintegrazione della D, una vitamina preziosa per la sua funzione protettiva e rinforzante del sistema immunitario.

La vitamina D è inoltre ideale da assumere perché contribuisce al normale assorbimento intestinale di minerali quali calcio, magnesio e fosfato, e per molte altre funzioni biologiche.

Considerando che il virus indebolisce muscoli e ossa, la vitamina D aiuta a rinforzarli favorisce sia i normali livelli di calcio nel sangue sia il fisiologico assorbimento e utilizzo del calcio e del fosforo, sostenendo il mantenimento di ossa e di denti normali.

La formula consigliata è la vitamina D colloidale pura, un prodotto efficace e semplice da assumere, che grazie all’erogazione spray viene spruzzato in bocca ed entra subito in azione, senza passare la barriera dello stomaco.

La vitamina D colloidale pura entra così subito in azione, provvedendo a una rapida integrazione nell’organismo.

Ansia e tristezza post Covid: quali rimedi scegliere

tiro alla fune - come ritrovare vitalità post Covid
Il Covid può aver fatto nascere nelle persone guarite, ma anche in quelle che non l’hanno contratto, degli stati emozionali difficili.

Si tratta dell’ansia e della tristezza, della sfiducia nel futuro e anche della paura di stare in mezzo alla gente per timore di contagiarsi.

Questo ha portato alla nascita di emozioni complesse da gestire come la solitudine e anche a stati depressivi più o meno gravi.

Ora è tempo di contrastare l’ansia e la tristezza post Covid e questo si può fare scegliendo validi aiuti naturali, fra tutti il magnesio colloidale puro, che agisce in modo rapido sull’umore, rasserenandolo e aiutando la mente a tornare libera e più lucida.

Il magnesio colloidale puro agisce come un vero e proprio rilassante, perché opera sul sistema nervoso, quindi può essere assunto anche di sera per rasserenare i nervi e i muscoli, favorendo un buon riposo notturno.

Al contempo, fra gli integratori post Covid consigliati ci sono sicuramente gli Omega 3,6 e 9, che oltre a svolgere un’azione protettiva e sfiammante dell’organismo, lavorano moltissimo sullo stato emozionale.

Gli Omega 3,6 e 9 sono acidi grassi che il corpo assume con l’alimentazione (3 e 6) o genera da altri grassi (Omega 9). A causa di diete disordinate e di fattori esterni, soprattutto lo stress, questi acidi così vitali possono risultare in carenza.

Per far sì che questo non avvenga, gli Omega si possono integrare in un unico prodotto, che aiuta a ritrovare equilibrio interiore, serenità mentale e felicità. In più, gli Omega lavorano a livello cerebrale, aiutando a ritrovare lucidità, freschezza e buona memoria.

Scopri qui gli Omega 3, 6 e 9 in un unico formidabile prodotto.

KIT DIFESE IMMUNITARIE

Scopri di più e acquista il KIT DIFESE IMMUNITARIE (25% di risparmio)

Scopri di più e acquista

KIT DIFESE IMMUNITARIE

(25% di risparmio)

Vitamina D spray colloidale
Ti auguriamo la migliore salute!
Integratori post Covid: come ritrovare forza e vitalità
Come faccio a far passare la gastrite? 7 consigli semplici e che puoi seguire fin da subito

Come faccio a far passare la gastrite? 7 consigli semplici e che puoi seguire fin da subito

Una delle domande che i nostri clienti ci fanno spesso è: come faccio a far passare la gastrite?

Non esiste una risposta unica, perché è bene iniziare a seguire alcuni consigli di alimentazione e di integrazione che possono limitare il disturbo in modo sorprendente.

Prima di scoprirli, vediamo cos’è la gastrite, quali sono le cause maggiori e perché in certi casi tende ad aggravarsi.

Cos’è la gastrite?

La gastrite è un’infiammazione localizzata nella parete interna dello stomaco che può essere acuta se si presenta con sintomi improvvisi oppure cronica se il disturbo è costante nel tempo.

I ricercatori hanno stimato che per il 50% dei casi la gastrite è causata dal batterio Helicobacter Pylori, che molte persone hanno, senza spesso nemmeno accorgersene. Altre cause della gastrite sono una dieta disordinata, ricca di cibi grassi e fritti, un’eccessiva assunzione di farmaci, il fumo e anche lo stress.

Quali sono i sintomi della gastrite?

Anche se può sembrare strano, la gastrite nella fase iniziale non ha sintomi. Quando si avverte il dolore allo stomaco e il bruciore, che ne sono classiche manifestazioni, significa che il disturbo è già in atto e in fase piuttosto avanzata.

Se i sintomi aumentano dopo aver mangiato, ci possono anche essere problemi di reflusso gastro-esofageo.

In ogni caso, è bene rivolgersi a un medico se i sintomi sono molto forti, perché di solito si procede con la gastroscopia ed eventualmente con la biopsia di mucose gastriche. Questo esame permette anche di evidenziare se è presente il batterio Helicobacter Pylori, che può comunque essere ‘scovato’ anche con un normale esame delle feci.

$

Come faccio a far passare la gastrite? 7 semplici consigli

$

Come sfiammare la gastrite?

Come faccio a far passare la gastrite? 7 consigli semplici

uomo con panino - come guarire dalla gastrite

Alla domanda ‘come faccio a far passare la gastrite?’ seguono 7 consigli semplici e che possiamo tutti applicare fin da subito nella nostra vita con un po’ di impegno e costanza.

  1. Segui una dieta bilanciata. La gastrite è causata soprattutto da disordini alimentari, quindi da una dieta che comprende cibi grassi e fritti. È bene quindi moderarne l’assunzione, preferendo cibi freschi e salutari, cotti in modo semplice come il vapore, la bollitura o la piastra. Al contempo, è bene condire i cibi a crudo con olio extra vergine di oliva, evitando i grassi in cottura.
  2. La frutta lontano dai pasti. La frutta è un alimento importante per il benessere del corpo, ma è bene assumerla lontano dai pasti per evitare gonfiori e fermentazioni che possono acutizzare i sintomi della gastrite.
  3. Bevi acqua a temperatura ambiente. L’acqua rasserena e riequilibra l’organismo, quindi è consigliato berne almeno 2 litri al giorno, naturale, a temperatura ambiente e bevuta a piccoli sorsi. Evita l’acqua ghiacciata e modera l’assunzione di quella frizzante.
  4. Evita le bevande alcoliche. L’alcol è una bevanda irritante, quindi è bene moderarne il consumo, soprattutto dei superalcolici che contengono molto zucchero. Preferisci bevande analcoliche e naturali, magari a base di frutta fresca e bevile sempre lontano dai pasti.
  5. Cerca di non fumare. Anche il fumo è irritante quindi se si soffre di gastrite bisogna cercare di smettere o perlomeno di limitarlo. 
  6. No stress. Lo stress è una delle cause maggiori della gastrite, perché irrigidisce le pareti dello stomaco. Abbattere lo stress non è semplice, ma si può fare qualcosa di importante cercando di rallentare i tempi, di trascorrere tempo all’aria aperta e di praticare discipline riequilibranti come lo yoga e la meditazione.
  7. Dormi il giusto. Riposare l’organismo è una scelta di benessere e di salute, che diventa importante in caso di gastrite. Questo perché durante il sonno il corpo ha l’occasione di rigenerarsi e le pareti dello stomaco possono distendersi, favorendo la risoluzione del disturbo.

Come sfiammare la gastrite?

come sfiammare la gastrite

Ci sono molti rimedi naturali per sfiammare la gastrite, che possono essere associati ai consigli di vita, per risolvere il disturbo.

Per quanto riguarda la dieta, si possono consumare cibi ‘amici’ del microbiota, ovvero l’insieme dei batteri buoni che vivono nell’intestino. 

Si tratta di cibi fermentati come ad esempio il Miso, un alimento che si può trovare nei negozi biologici o specializzati, che viene sciolto in acqua per preparare il brodo.

Il brodo di Miso può essere bevuto prima dei pasti così com’è, o con l’aggiunta di pasta, verdure e anche uova per una pietanza completa.

Per rasserenare lo stomaco si possono assumere tisane apposite. La più raccomandata è a base di finocchio, un’erba che si trova facilmente in erboristeria, ma anche al supermercato in bustine già confezionate.

Il finocchio svolge una funzione sgonfiante, rasserenante e facilita la digestione. quindi si può assumerne una tazza dopo i pasti per sfiammare la gastrite.

Dal punto di vista dell’integrazione si può fare molto. Quando i nostri clienti ci chiedono “come faccio a far passare la gastrite” consigliamo di assumere i preziosi Omega 3,6 e 9.

Si tratta di acidi grassi che abbiamo raccolto in un unico prodotto e che sono estratti da sola frutta fresca, verdura e frutta secca. Gli Omega 3,6 e 9 proteggono le cellule e svolgono una forte azione sfiammante, abbassando anche i trigliceridi e il colesterolo alto.

Allo stesso tempo, gli Omega agiscono sul lato mentale ed emozionale, migliorando l’umore e favorendo la freschezza mentale, ovvero agendo in modo efficace contro lo stress che è causa della gastrite.

Scopri qui i favolosi Omega 3,6 e 9.

KIT DIFESE IMMUNITARIE

Scopri di più e acquista il KIT DIFESE IMMUNITARIE (25% di risparmio)

Scopri di più e acquista

KIT DIFESE IMMUNITARIE

(25% di risparmio)

Vitamina D spray colloidale
Ti auguriamo la migliore salute!
Come faccio a far passare la gastrite? 7 consigli semplici e che puoi seguire fin da subito
I colloidali funzionano? Ce lo spiega la scienza (e anche la storia)

I colloidali funzionano? Ce lo spiega la scienza (e anche la storia)

In molti ci chiedete se i colloidali funzionano e la nostra risposta è sì, perché si tratta di rimedi naturali di altissima qualità e dalla forma speciale, che approfondiremo fra qualche riga.

Per confermare che i colloidali funzionano ‘scomodiamo’ la storia e anche la scienza.

In tempi antichi non esistevano naturalmente tutti i preparati che conosciamo oggi, ma le persone avevano la stessa necessità di proteggersi dai microbi e dai batteri, tanto più che non esistevano i frigoriferi per conservare il cibo.

Gli antichi romani furono pionieri nell’uso dei metalli purificanti, tanto che utilizzavano sfere di argento per ripulire l’acqua e le bevande dai microbi.

Nel corso del tempo, le scoperte scientifiche hanno fatto grandi passi e oggi proprio la scienza ci dice che le sospensioni colloidali vengono utilizzate sia in campo preventivo che terapeutico.

I colloidali, del resto, hanno due caratteristiche straordinarie, la prima è le dimensioni minuscole delle particelle, che riescono a penetrare attraverso le cellule con semplicità, raggiungendone il nucleo e arrivando anche a interagire con il DNA.

Strepitoso, in questo senso è il lavoro che svolge l’oro colloidale, di cui ti abbiamo parlato qui.

La seconda caratteristica che prova che i colloidali funzionano è la loro longevità, ovvero gli elementi che li compongono sono molto vitali, e questo li mantiene attivi a lungo nel corso del tempo.

La scienza ci spiega inoltre che l’uso dei colloidali contribuisce alla salute delle cellule sotto il punto di vista energetico, il che le rende più reattive e quindi capaci di rispondere al meglio alle sollecitazioni esterne.

Non da ultima, la prova che i colloidali funzionano si basa soprattutto nel meccanismo con cui l’argento sotto questa forma combatte microbi, funghi e batteri nocivi per gli esseri umani.

Come visibile nel video che trovi qui, l’argento ‘toglie’ l’ossigeno ai microrganismi patogeni, che di conseguenza muoiono e il corpo può espellerli attraverso le vie naturali.

$

I colloidali sono naturali?

$

Si possono usare più colloidali insieme?

I colloidali sono naturali?

ricercatore - scienza e funzione dei colloidali
Per mantenere un elevato stato di benessere e proteggere l’organismo, la natura mette a disposizione grandi meraviglie.

I minerali e i metalli ne sono la prova, perché si tratta di sostanze che sono già presenti nel corpo umano ma che, per diversi motivi, possono essere carenti e procurare disturbi e scompensi anche gravi.

Reintegrare ciò che appartiene all’organismo è quindi un’idea naturale, che evita di ricorrere ai farmaci che spesso riportano effetti collaterali.

Grazie ai colloidali, prodotti privi di qualsiasi tossicità, si aiuta il corpo a ritrovare vitalità, energia, benessere e ad attivare i meccanismi di auto-protezione che sono già in esso presenti.

I colloidali re-integrano infatti le sostanze che svolgono queste funzioni grazie a sospensioni di minuscole particelle di minerali, metalli e vitamine in acqua purissima bidistillata.

Il fatto che le particelle siano così minuscole permette loro di penetrare nelle cellule e di svolgere al meglio la loro funzione.

Non solo, perché i colloidali puri agiscono in modo olistico sul corpo, ovvero svolgono una funzione benefica a livello mentale e psicologico, ma anche emozionale.

Sappiamo che un farmaco raramente ha questi effetti, perché si limita ad agire sul punto dell’infiammazione, e per prima cosa a eliminare il dolore.

Il punto è che, una volta che il disturbo e il dolore si ripresentano, occorre assumere altri farmaci, in una catena infinita che non può risolversi da sola.

Lavorando su ogni parte dell’essere, i colloidali aiutano invece a ottenere un benessere completo e che si autoalimenta, perché dal corpo si sviluppa alla mente e di conseguenza alla sfera emotiva.

Si possono usare più colloidali insieme?

ragazza pensa i colloidali funzionano davvero
Oltre che domandarsi se i colloidali funzionano, molte persone ci chiedono se si possono utilizzare più colloidali insieme e la risposta è sì, anzi, impiegando i giusti prodotti in abbinata si potenziano gli effetti e i risultati ottenibili.

I colloidali funzionano quando assunti insieme?

Ad esempio, l’integrazione combinata di magnesio e di potassio è una soluzione valida in caso di carenze di questi minerali, che spesso portano a stanchezza, fatica a concentrarsi, spossatezza e dolori muscolari.

Per offrire le migliori combinazioni di colloidali puri, abbiamo creato 3 fantastici kit pronti all’uso.

  • KIT RICARICA ESTIVA

Il kit ricarica estiva è efficace e necessario nel periodo estivo per stare bene e re-integrare le sostanze che permettono al corpo di mantenersi forte e vitale.

Scoprilo subito qui

  • KIT ELASTICITÀ E BELLEZZA:

Il kit elasticità e bellezza migliora la salute e la forza di pelle, capelli e unghie, limita i segni del tempo, grazie a un’azione fortificante che agisce dall’interno dell’organismo

Scoprilo subito qui

  • KIT DIFESE IMMUNITARIE:

Il kit rafforza le difese naturali del corpo e favorisce il benessere dell’organismo; approvato dal ministero della salute per proteggere l’organismo e potenziare il sistema immunitario con prodotti efficaci e mirati.

Scoprilo subito qui

Ogni kit è composto da 3 colloidali puri scelti con cura per rispondere a specifiche esigenze. La convenienza è concreta, soprattutto perché:

  • I kit raccolgono prodotti specifici da assumere in combinata per raggiungere i risultati desiderati (forza e vitalità in estate, protezione e rafforzamento delle difese immunitarie, bellezza della pelle e dei capelli)
  • Il risparmio è notevole, perché i kit vengono proposti a un prezzo super interessante
  • Acquistando i kit non si deve andare a cercare altrove il rimedio, perché ciò che serve è in un unico posto, comodo da trovare e semplice da utilizzare
  • Ogni kit contiene un esclusivo prodotto omaggio, scelto per potenziare gli effetti degli altri colloidali puri e per rendere l’assunzione ancor più efficace
  • I colloidali funzionano ancor meglio quando combinati, perciò con i kit puoi disporre dei prodotti che ti servono e potenziarne l’efficacia

Scopri il kit più adatto a te:

KIT DIFESE IMMUNITARIE

Scopri di più e acquista il KIT DIFESE IMMUNITARIE (25% di risparmio)

Scopri di più e acquista

KIT DIFESE IMMUNITARIE

(25% di risparmio)

Vitamina D spray colloidale
Ti auguriamo la migliore salute!
I colloidali funzionano? Ce lo spiega la scienza (e anche la storia)
Argento colloidale contro le infezioni intime, non c’è partita!

Argento colloidale contro le infezioni intime, non c’è partita!

Molti clienti ci raccontano di avere usato l’argento colloidale contro le infezioni intime e di avere ottenuto ottimi risultati.

In particolare, l’argento colloidale contro la candida e contro la vaginite, rappresenta un trattamento efficace, naturale e privo di qualsiasi controindicazione.

Prima di scoprire come agisce l’argento colloidale contro le infezioni intime scopriamo quali sono le cause delle più frequenti, ovvero la candida e la vaginite.

La candida è un disturbo molto fastidioso e che deve essere ben trattato per non degenerare e diventare cronico. In particolare, si stima che circa il 75% delle donne abbia a che fare con questo problema almeno una volta nella vita.

La candida albicans è un fungo naturalmente presente nell’ecosistema vaginale, dove convive con altri e consente di mantenere acido il ph di questa parte del corpo.

Il problema nasce quando la candida ‘prende il sopravvento’ ovvero per vari motivi i batteri aumentano e si crea un ambiente destabilizzato.

I sintomi sono fastidiosi se non dolorosi, perché si manifestano con prurito, secrezioni vaginali esterne e interni, anche con bruciore durante la minzione.

L’argento colloidale contro la candida rappresenta un valido trattamento, perché il metallo ha favolose proprietà antibatteriche, che possono essere sfruttate per sfiammare la carica di candida e ristabilire il normale equilibrio dell’ambiente vaginale.

È quindi consigliato di utilizzare l’argento colloidale puro sia per via orale, seguendo la posologia indicata qui, che nelle lavande vaginali, utilizzando 2 ml di prodotto con una siringa senza ago.

$

Argento colloidale contro le infezioni intime: stop alla cistite!

$

5+1 accortezze per prevenire le infezioni intime

Argento colloidale contro le infezioni intime: stop alla cistite!

donna in bagno - cistite

La cistite è un altro disturbo che interessa l’apparato urinario e che può sorgere soprattutto durante il cambio di stagione, in particolare fasi di stress e anche quando si è fuori casa e in viaggio.

La cistite è un’infiammazione della vescica urinaria che colpisce soprattutto le donne, anche se non son rari i casi negli uomini.

I sintomi sono la richiesta frequente della minzione, dolore e anche spasmi al basso ventre. Spesso inequivocabile è l’aspetto della pipì, che appare opaca e può anche contenere tracce di sangue.

La cistite deve essere trattata velocemente perché può sia cronicizzarsi, che espandersi ad altri organi, quindi è bene scegliere soluzioni rapide e il più naturali possibile.

L’argento colloidale contro le infezioni intime risponde proprio a questa esigenza, perché svolge la sua forte azione antibatterica, perché la cistite è causata soprattutto da un batterio che si chiama Escherichia Coli.

Questo batterio può raggiungere la vescica e propagarsi, perché ha una natura opportunista, ovvero prende il sopravvento creando i sintomi della cistite descritti.

L’argento colloidale, come visibile nel video che trovi a questa pagina, svolge un’azione potente contro i batteri perché li priva dell’ossigeno che serve loro per sopravvivere, così muoiono e il corpo si scopre disinfettato e riequilibrato.

È consigliato utilizzare l’argento colloidale puro come trattamento orale, facendo fino a 15 spruzzi in bocca al mattino e, in casi più ostinati, anche alla sera.

5+1 accortezze per prevenire le infezioni intime

donna sorride
Le infezioni intime sono disturbi fastidiosi e che devono essere trattati velocemente perché non degenerino.

Purtroppo contrarle è più semplice di quanto si pensi, perché si tratta di ‘nemici invisibili’. Ci sono però alcune accortezze che possiamo adottare per prevenire le infezioni intime, soprattutto in estate.

  1. Evitare di indossare indumenti particolarmente stretti di consuetudine, soprattutto in estate
  2. Preferire biancheria intima in cotone naturale
  3. Evitare di tenere le parti intime bagnate, quindi in estate cambiare il costume bagnato con uno di asciutto, perché i batteri proliferano in ambienti caldi e umidi
  4. Detergere le parti intime con prodotti rispettosi del ph della pelle e delle mucose
  5. Non trascurare sintomi anche leggeri di infezioni intime e provvedere rapidamente con rimedi specifici

L’ultima accortezza per prevenire le infezioni intime, utile soprattutto se si è soggetti a questi disturbi è di utilizzare l’argento colloidale puro in via preventiva, soprattutto con l’arrivo dell’estate.

Mare, piscina, ambienti caldi ed eccessiva sudorazione possono infatti diventare concause della proliferazione dei batteri.

L’argento colloidale puro svolge preventivamente la sua funzione antibatterica, proteggendo e rinforzando l’organismo, perciò agisce come prevenzione naturale efficace nel caso delle infezioni intime.

La posologia è di 6 spruzzi in bocca per due volte al giorno, un’accortezza che può essere adottata soprattutto in estate, ma valida anche in ogni altra stagione, soprattutto se si frequentano ambienti affollati o umidi come le piscine o le palestre.

Scopri qui tutte le funzioni, la posologia e gli straordinari benefici dell’argento colloidale puro.

KIT DIFESE IMMUNITARIE

Scopri di più e acquista il KIT DIFESE IMMUNITARIE (25% di risparmio)

Scopri di più e acquista

KIT DIFESE IMMUNITARIE

(25% di risparmio)

Vitamina D spray colloidale
Ti auguriamo la migliore salute!
Argento colloidale contro le infezioni intime, non c’è partita!
Carrello
Mancano solamente 65,00 alla spedizione gratuita.
Il carrello è vuoto.

Scegli un prodotto dal catalogo