Il rapporto fra vitamina D e sole è sotto i riflettori, un po’ perché sta iniziando la bella stagione e anche perché questa vitamina, che in realtà è un ormone, è strettamente collegata al rafforzamento del sistema immunitario.

In un anno ancora incerto e dove proteggerci e proteggere i nostri cari è una scelta lungimirante, il rapporto vitamina D e sole merita infatti di essere approfondito.

Tutto ha inizio proprio con il sole, visto che l’organismo assimila solo il 10-20% della vitamina D con l’alimentazione e il resto viene prodotto quando ci si espone ai raggi solari.

Non stupisce che i numeri delle persone carenti di vitamina D siano più elevati che mai in questo periodo, perché lo stile di vita attuale ci porta spesso a trascorrere molto tempo in posti chiusi, che si tratti di casa o del posto di lavoro.

Nei mesi del lockdown e con le restrizioni dovute alla diffusione del Covid-19, il tempo speso all’aria aperta si è inoltre ridotto, complici anche le temperature poco favorevoli dell’inverno e di inizio primavera.

Non è quindi da escludere che ci sia una correlazione con i mesi trascorsi e la carenza di questo ormone, necessario al corpo per le sue molteplici funzioni, su tutte l’assorbimento del calcio e la sua fissazione sulle ossa.

25 studi scientifici in corso stanno inoltre confermando il ruolo che la vitamina D ha nei confronti del sistema immunitario, nonché della sua funzione anti-invecchiamento come ha dimostrato uno studio del Trinity College di Dublino.

L’astro più luminoso del cielo resta in ogni caso un punto fisso per quanto riguarda la sua produzione, quindi vediamo insieme il rapporto fra vitamina D e sole.

$

Vitamina D e sole: quanto prenderne al giorno?

$

Come reintegrare la vitamina D?

Vitamina D e sole: quanto prenderne al giorno?

donna che spalma la crema solare

Se si trascorre pochissimo tempo al sole e all’aria aperta, si può incorrere nel rischio di avere una carenza di vitamina D.

È inoltre importante considerare che dopo i 65 anni si genera solo un quarto di vitamina  D rispetto ai 20 anni, quindi l’esposizione controllata al sole è raccomandata soprattutto alle fasce di età più adulte.

Le donne sono inoltre più a rischio osteoporosi, malattia che rende fragili le ossa e che può verificarsi in seguito alla menopausa, con il cambiamento del metabolismo dovuto al calo degli estrogeni.

Gli esperti consigliano quindi di esporre tutto il corpo al sole almeno per 15-20 minuti almeno per tre volte alla settimana.

Questo perché il processo per produrre vitamina D ha bisogno dei raggi Uvb, che vengono assorbite dalle cellule della pelle.

È importante esporsi proteggendo il corpo, soprattutto e si vive in aree altamente inquinante o ad alto traffico.

In commercio ci sono ottime soluzioni protettive, dotate di filtri solari, quindi basta scegliere la formulazione adatta e impiagarla prima dell’esposizione.

Se i primi caldi si fanno sentire, è opportuno ripetere l’applicazione dei filtri con frequenza, soprattutto se si prende il sole per molte ore.

È quindi indispensabile evitare le ore più calde in estate e preferire il sole ‘buono’ ovvero quello del mattino presto e quello del pomeriggio dopo le 16.00.

Come reintegrare la vitamina D?

spinaci e carne bianca - vitamina D alimenti

La vitamina D può essere assunta attraverso il cibo: tuorlo d’uovo, pesce grasso (sgombro, salmone, sarde) e latticini sono gli alimenti che ne contengono in quantità maggiori.

Secondo diversi studi scientifici, la vitamina D può essere integrata anche attraverso la scelta di bevande vegetali a base di cereali e di soia ed è consigliato consumare le verdure verdi come spinaci, erbette e biete, perché ne sono ricche.

La vitamina D può quindi essere integrata con soluzioni apposite, ma spesso si tratta di bustine o pastiglie che, per essere assimilate dall’organismo, passano attraverso il tratto intestinale, dove devono affrontare la barriera dello stomaco.

Per questo la vitamina D colloidale pura è la soluzione già preferita da migliaia di persone in Italia e in diversi altri paesi del mondo, perché basta spruzzarla in bocca e viene subito assorbita dalle mucose orali, entrando rapidamente in circolo nell’organismo, dove può svolgere le sue funzioni benefiche.

La vitamina D colloidale pura è sicura, è un dispositivo medico CE, priva di qualsiasi controindicazione e perfetta da assumere in ogni momento della giornata, anche fuori casa grazie al suo comodo erogatore spray.

Scopri qui tutte le caratteristiche di questo fantastico prodotto.

KIT DIFESE IMMUNITARIE

Scopri di più e acquista ilKIT DIFESE IMMUNITARIE (25% di risparmio)

Scopri di più e acquista

KIT DIFESE IMMUNITARIE

(25% di risparmio)

Vitamina D spray colloidale
Ti auguriamo la migliore salute!
donna in riva al mare - vitamina d e sole
Carrello
Mancano solamente €65,00 alla spedizione gratuita.
Il carrello è vuoto.

Scegli un prodotto dal catalogo

Share via
Copy link