3 ottimi rimedi naturali contro l’osteoporosi

3 ottimi rimedi naturali contro l’osteoporosi

Esistono dei rimedi naturali contro l’osteoporosi? Rispondiamo oggi a una domanda che ci viene spesso fatta dai nostri clienti e che merita un approfondimento alla luce dei dati su questa malattia.

Secondo la Fondazione Veronesi, la fragilità ossea colpisce ben una donna su quattro dopo i 40 anni ed è la causa di circa 25 mila fratture al giorno in tutto il mondo.

I dati sull’osteoporosi sono preoccupanti e, secondo la fondazione, sono purtroppo destinati a crescere. Si parla infatti di circa 1,6 milioni di persone che oggi ne soffrono in tutto il mondo, numero che può raggiungere anche i 6,3 milioni se non viene effettuata una buona prevenzione.

L’osteoporosi è una malattia a prevalenza femminile, perché colpisce il 33% delle donne, in età compresa fra i 60 e i 70 anni, ben il 66% delle donna sopra gli 80 anni e il 20% di uomini.

In Italia i dati non sono confortanti, perché nel nostro paese la malattia colpisce il 25% delle donne sopra i 40 anni e il 17% degli uomini sopra i 60.

Esistono quindi dei rimedi naturali contro l’osteoporosi?

Possiamo prevenire l’insorgenza della malattia con delle buone abitudini di vita e alimentari?

La risposta è sì: la prevenzione si basa principalmente su consigli come non fumare, svolgere un’attività fisica regolare e seguire un’alimentazione sana, che favorisca il mantenimento del peso e la buona salute delle ossa.

$

Da cosa nasce l'osteoporosi?

$

3 rimedi naturali contro l'osteoporosi

Da cosa nasce l’osteoporosi?

donna si tiene il ginocchio - da cosa nasce l'osteoporosi

L’osteoporosi colpisce soprattutto le donne, perché durante i molti anni di menopausa non possono contare sull’azione protettiva degli estrogeni.

Questo porta a un aumento dei grassi nel sangue e alla riduzione del calcio che si fissa sulle ossa. Il disequilibrio aumenta quindi la possibilità che si sviluppi l’osteoporosi.

Ci sono altri fattori che contribuiscono alla comparsa della malattia, come la menopausa precoce, le disposizioni genetiche o fratture non dovute a traumi efficienti, ovvero fratture talmente forti da avere compromesso anche le ossa più resistenti.

Prevenire la comparsa dell’osteoporosi è possibile e ci chiede di seguire uno stile di vita protetto, a partire dalla dieta.

Gli specialisti sono concordi nell’affermare che è importante cercare di conservare un normopeso, ovvero non accumulare troppo peso in eccesso.

Questo obiettivo si può perseguire seguendo una corretta alimentazione, ricca di vegetali e scarsissima di grassi, ma anche praticando la giusta attività fisica in base all’età e allo stato di salute.

Non sono infatti richiesti sforzi eccessivi e, per prevenire l’osteoporosi, è bene camminare ogni giorno, fare della ginnastica leggera o dell’attività dolce come lo yoga, che mantiene le ossa forti e i muscoli flessibili.

Per quanto riguarda la dieta contro l’osteoporosi, gli esperti consigliano di consumare alimenti ricchi di calcio, senza pensare che il latte e i suoi derivati ne siano l’unica fonte.

Il calcio abbonda infatti nelle verdure a foglie larga come il cavolo, ma anche nella frutta secca come le mandorle, nei legumi come la soia e soprattutto nell’acqua, fonte di vita e di salute.

Una nozione importante è legata al fosforo che, quando in eccesso, contribuisce alla perdita del calcio e del magnesio, elementi fondamentali per la salute delle ossa.

È quindi bene limitare i cibi che ne contengono, come la carni rosse molto fibrose, gli alimenti conservati e molto elaborati, nonché le bibite gassate.

3 rimedi naturali contro l’osteoporosi

germogli di erba medica - rimedi naturali contro l'osteoporosi

Uno dei primi rimedi naturali contro l’osteoporosi è l’erba medica, un’erba dove il nome dice già tutto, perché è ottima per sostenere il metabolismo, accelerare il ricambio cellulare e agire con efficacia sulla fissazione del calcio.

L’erba medica può essere consumata in germogli, alimenti molto nutrienti e ottimi da accompagnare a insalate miste di verdura verde, ma anche frullati con avocado  per depurare il sangue dai grassi in eccesso.

Il secondo dei rimedi naturali contro l’osteoporosi è naturalmente il calcio, elemento essenziale per la formazione la salute di ossa e denti.

Quando siamo carenti di calcio le ossa infatti di indeboliscono, quindi è consigliato assumerne almeno 1000-1500 mg al giorno, per mantenere una buona e robusta salute delle ossa.

Il nostro consiglio è di preferire la forma calcio colloidale puro, una soluzione purissima, sospesa in acqua bi-distillata, che basta spruzzare in bocca perché entri immediatamente in circolo nell’organismo, senza dover passare la barriera dello stomaco.

Così la sua funzionalità è maggiore e puoi contare su un prodotto sicuro ed efficace fin da subito.

Scopri qui tutte le caratteristiche del calcio colloidale puro.

Il terzo dei rimedi naturali contro l’osteoporosi è la vitamina D, che previene questa malattia grazie al ruolo fortificante e protettivo delle ossa.

Questo perché la vitamina D stimola l’assorbimento del calcio e ne regola i livelli nel sangue, favorendone la deposizione a livello di tessuto osseo.

Il nostro consiglio è di assumere la vitamina D colloidale pura, un prodotto sicuro ed efficace, che ti offre risultati veloci fin dalle prime applicazioni.

Scopri qui tutte le caratteristiche della vitamina D colloidale pura.

KIT DIFESE IMMUNITARIE

Scopri di più e acquista ilKIT DIFESE IMMUNITARIE (25% di risparmio)

Scopri di più e acquista

KIT DIFESE IMMUNITARIE

(25% di risparmio)

germogli di erba medica - rimedi naturali contro l'osteoporosi
Ti auguriamo la migliore salute!
medico fa vedere lastre di ossa a donna con osteoporosi
Vitamina D e sole: reintegriamola al meglio (contiene studi scientifici)

Vitamina D e sole: reintegriamola al meglio (contiene studi scientifici)

Il rapporto fra vitamina D e sole è sotto i riflettori, un po’ perché sta iniziando la bella stagione e anche perché questa vitamina, che in realtà è un ormone, è strettamente collegata al rafforzamento del sistema immunitario.

In un anno ancora incerto e dove proteggerci e proteggere i nostri cari è una scelta lungimirante, il rapporto vitamina D e sole merita infatti di essere approfondito.

Tutto ha inizio proprio con il sole, visto che l’organismo assimila solo il 10-20% della vitamina D con l’alimentazione e il resto viene prodotto quando ci si espone ai raggi solari.

Non stupisce che i numeri delle persone carenti di vitamina D siano più elevati che mai in questo periodo, perché lo stile di vita attuale ci porta spesso a trascorrere molto tempo in posti chiusi, che si tratti di casa o del posto di lavoro.

Nei mesi del lockdown e con le restrizioni dovute alla diffusione del Covid-19, il tempo speso all’aria aperta si è inoltre ridotto, complici anche le temperature poco favorevoli dell’inverno e di inizio primavera.

Non è quindi da escludere che ci sia una correlazione con i mesi trascorsi e la carenza di questo ormone, necessario al corpo per le sue molteplici funzioni, su tutte l’assorbimento del calcio e la sua fissazione sulle ossa.

25 studi scientifici in corso stanno inoltre confermando il ruolo che la vitamina D ha nei confronti del sistema immunitario, nonché della sua funzione anti-invecchiamento come ha dimostrato uno studio del Trinity College di Dublino.

L’astro più luminoso del cielo resta in ogni caso un punto fisso per quanto riguarda la sua produzione, quindi vediamo insieme il rapporto fra vitamina D e sole.

$

Vitamina D e sole: quanto prenderne al giorno?

$

Come reintegrare la vitamina D?

Vitamina D e sole: quanto prenderne al giorno?

donna che spalma la crema solare

Se si trascorre pochissimo tempo al sole e all’aria aperta, si può incorrere nel rischio di avere una carenza di vitamina D.

È inoltre importante considerare che dopo i 65 anni si genera solo un quarto di vitamina  D rispetto ai 20 anni, quindi l’esposizione controllata al sole è raccomandata soprattutto alle fasce di età più adulte.

Le donne sono inoltre più a rischio osteoporosi, malattia che rende fragili le ossa e che può verificarsi in seguito alla menopausa, con il cambiamento del metabolismo dovuto al calo degli estrogeni.

Gli esperti consigliano quindi di esporre tutto il corpo al sole almeno per 15-20 minuti almeno per tre volte alla settimana.

Questo perché il processo per produrre vitamina D ha bisogno dei raggi Uvb, che vengono assorbite dalle cellule della pelle.

È importante esporsi proteggendo il corpo, soprattutto e si vive in aree altamente inquinante o ad alto traffico.

In commercio ci sono ottime soluzioni protettive, dotate di filtri solari, quindi basta scegliere la formulazione adatta e impiagarla prima dell’esposizione.

Se i primi caldi si fanno sentire, è opportuno ripetere l’applicazione dei filtri con frequenza, soprattutto se si prende il sole per molte ore.

È quindi indispensabile evitare le ore più calde in estate e preferire il sole ‘buono’ ovvero quello del mattino presto e quello del pomeriggio dopo le 16.00.

Come reintegrare la vitamina D?

spinaci e carne bianca - vitamina D alimenti

La vitamina D può essere assunta attraverso il cibo: tuorlo d’uovo, pesce grasso (sgombro, salmone, sarde) e latticini sono gli alimenti che ne contengono in quantità maggiori.

Secondo diversi studi scientifici, la vitamina D può essere integrata anche attraverso la scelta di bevande vegetali a base di cereali e di soia ed è consigliato consumare le verdure verdi come spinaci, erbette e biete, perché ne sono ricche.

La vitamina D può quindi essere integrata con soluzioni apposite, ma spesso si tratta di bustine o pastiglie che, per essere assimilate dall’organismo, passano attraverso il tratto intestinale, dove devono affrontare la barriera dello stomaco.

Per questo la vitamina D colloidale pura è la soluzione già preferita da migliaia di persone in Italia e in diversi altri paesi del mondo, perché basta spruzzarla in bocca e viene subito assorbita dalle mucose orali, entrando rapidamente in circolo nell’organismo, dove può svolgere le sue funzioni benefiche.

La vitamina D colloidale pura è sicura, è un dispositivo medico CE, priva di qualsiasi controindicazione e perfetta da assumere in ogni momento della giornata, anche fuori casa grazie al suo comodo erogatore spray.

Scopri qui tutte le caratteristiche di questo fantastico prodotto.

KIT DIFESE IMMUNITARIE

Scopri di più e acquista ilKIT DIFESE IMMUNITARIE (25% di risparmio)

Scopri di più e acquista

KIT DIFESE IMMUNITARIE

(25% di risparmio)

Vitamina D spray colloidale
Ti auguriamo la migliore salute!
donna in riva al mare - vitamina d e sole

Carrello

Mancano solamente €65,00 alla spedizione gratuita.

Il carrello è vuoto.

Scegli un prodotto dal catalogo