Seleziona una pagina
Vitamina D e prevenzione al contagio

Vitamina D e prevenzione al contagio

Qual è il legame fra vitamina D e prevenzione al contagio da Covid-19?

L’Ansa ha recentemente battuto la notizia che nella strategia di prevenzione del contagio da Covid-19 è fondamentale assicurare valori del sangue adeguati di vitamina D3.

Questo perché la preziosa vitamina D è direttamente correlata a una aumentata risposta immunitaria. Scopri il legame fra vitamina D e prevenzione al contagio da Covid-19 in questo articolo di approfondimento.

La società scientifica Sis 118, ha documentato che nella strategia di prevenzione al Covid e anche ai primi sintomi in supporto alla terapia, serve associare vitamina D per supportare la difesa immunitaria del nostro organismo.

In particolare all’ospedale di Taranto è stato documentato come nella totalità dei pazienti con insufficienza respiratoria acuta secondaria a polmonite interstizio-alveolare, si è riscontrato un deficit estremamente severo di vitamina D3, evidenziando la correlazione tra la gravità delle condizioni cliniche del  paziente e la mancanza della vitamina D.

fonte ansa.it salute e benessere, approfondisci qui:

link ansa.it

Supporta il tuo organismo, prima durante e dopo con la vitamina D spray (Colloidale PURO®) senza controindicazioni (non passa per l’apparato digerente), senza vincolo di orario e con un prodotto PURO® validato in etichetta dal ministero della salute.

$

Vitamina D e prevenzione al contagio secondo la Società Scientifica Sis 118

$

Perché la vitamina D supporta il sistema immunitario

Vitamina D e prevenzione al contagio secondo la Società Scientifica Sis 118

Ricercatori Vitamina D Sparay

La vitamina D3 deve risultare presente in quantità adeguate nei valori ematici “in supporto alla terapia contro la malattia, nonché alla terapia della sindrome post-Covid, poiché la modulazione della risposta immunitaria della vitamina D contrasta la tempesta citochinica infiammatoria”.

Questo è quanto riporta la Società Scientifica Sis 118 sulla base della presa in carico di alcune centinaia di pazienti affetti da Covid-19.

La nota del presidente Sis 118 Mario Balzanelli prosegue: “Rimane centrale la necessità, clinica e gestionale, di impedire che i pazienti positivi al Covid, con sintomatologia respiratoria acuta, si deteriorino al domicilio sviluppando livelli di insufficienza respiratoria talmente gravi da risultare difficilmente responsivi alle cure intensive ospedaliere”.

La richiesta è frutto dell’analisi effettuata fra il mese di settembre e novembre 2020 presso la stazione 118 dell’ospedale San Giuseppe Moscati di Taranto.

“È stato documentato come nella totalità dei pazienti con insufficienza respiratoria acuta secondaria a polmonite interstizio-alveolare, deficit estremamente severo di vitamina D3, tanto più marcato quanto più compromesse erano le condizioni cliniche”.

Il presidente ha quindi chiarito che la D3 è più di una vitamina, bensì un vero e proprio ormone che interviene  nella regolazione della risposta infiammatoria e nei meccanismi di protezione contro il danno polmonare acuto.

La vitamina D3 interviene quindi nella sindrome da distress respiratorio acuto e anche in tutti quei meccanismo di riparazione dei polmoni che sono stati colpiti da Covid-19, nonché nella prevenzione della fibrosi polmonare che può insorgere in fase post-Covid-19.

Perché la vitamina D supporta il sistema immunitario

Vitamina D e prevenzione al contagio

Nella vitamina D sono presenti un gruppo di pro-ormoni liposolubili: D1, D2, D3, D4 e D5.

Il corpo umano riconosce la D2 e la D3 e quest’ultima è maggiormente conosciuta perché fissa il calcio nelle ossa.

Ma questa vitamina va ben oltre come abbiamo appena letto, perché agisce com un ormone e regola vari organi e sistemi, svolgendo la sua azione modulante della risposta infiammatoria e lavorando per garantire la normale risposta del sistema immunitario.

Numerodi studi scientifici hanno dimostrato che bassi livelli di vitamina D3 sono associati a patologie gravi come il diabete, l’infarto e l’Alzheimer, quindi assicurarsi di integrarla è un’ottima scelta di salute di prevenzione.

Ma assumere la vitamina D3 con l’alimentazione non basta?

L’alimentazione fornisce in parte la vitamina D3, che si trova soprattutto nei pesci grassi come ad esempio il salmone, nel tuorlo d’uovo e nel fegato.

La vitamina D3 è anche nota come la ‘vitamina del sole’, perché l’esposizione solare ne promuove la produzione.

In inverno, quando la luce del sole scarseggia e non è possibile restare all’aperto per molto tempo, ma soprattutto se la dieta è disordinata o non si riesce ad assumere sufficiente vitamina D3, integrarla è la scelta vincente per rafforzare il sistema immunitario.

Questo perché oltre al rapporto tra vitamina D e prevenzione del contagio da Covid-19, è importante ricordare che la sua carenza può indurre disturbi come il mal di testa, fatica inspiegabile, perdita di forze e alterazioni dell’umore, ma anche dolori muscolari.

I rischi più severi di una carenza di vitamina D sono l’aumento della possibilità di contrarre, una maggiore esposizione agli attacchi esterni (Covid-19 compreso), l’aumento dell’incidenza delle malattie autoimmuni e una visibile difficoltà a guarire dalle ferite.

Supporta il tuo organismo, prima durante e dopo con la vitamina D spray (Colloidale PURO®) senza controindicazioni (non passa per l’apparato digerente), senza vincolo di orario e con un prodotto PURO® validato in etichetta dal Ministero della Salute.

Scopri di più e acquista VITAMINA D, e se è il tuo primo ordine, sconto 15%! Inserisci nell’apposito spazio dedicato nel carrello il codice promozionale PURO15. (sconto 15% per ordini da euro 65)

VITAMINA D – ColloidalePURO®

Vitamina D spray colloidale

Scopri di più e acquista

VITAMINA D

e se è il tuo primo ordine

SCONTO 15%

Inserisci nell’apposito spazio dedicato nel carrello,

il codice promozionale

PURO15

(sconto 15% per ordini da euro 65)

Vitamina D spray colloidale

KIT DIFESE IMMUNITARIE

Scopri di più e acquista ilKIT DIFESE IMMUNITARIE (25% di risparmio)

Scopri di più e acquista

KIT DIFESE IMMUNITARIE

(25% di risparmio)

Vitamina D spray colloidale
Ti auguriamo la migliore salute!
Vitamina D Spray orale
Cosa sono i colloidali?

Cosa sono i colloidali?

Cosa sono i colloidali e come si presentano? Questa è la regina delle domande, ovvero è quello che moltissime persone interessate ai colloidali ci chiedono spesso. 

In questo articolo trovi la risposta, con una dettagliata spiegazione delle caratteristiche e dei benefici di queste rivoluzionarie soluzioni per il tuo benessere.

Sommario

$

Cosa sono i colloidali nella pratica?

$

Come si assumono i colloidali?

 

Cosa sono i colloidali nella pratica?

 
anziani che si abbracciano

Tutto inizia dal colloide, una sostanza inodore e insapore, composta da piccolissime particelle di oligoelementi o principi attivi, sospese in acqua bi-distillata, ossia completamente purificata e priva di additivi e conservanti.

Si tratta di sostanze assolutamente naturali, presenti nel nostro organismo al momento della nascita in percentuale ideale e che dovremmo continuare a integrare attraverso l’alimentazione.

Il problema è che, a causa delle culture intensive e dell’allevamento forzato, la nostra alimentazione oggi è scarsa o addirittura priva di queste preziose sostanze, per cui è importante reintegrarle per mantenere un elevato benessere fisico, emotivo e psicologico.

La forma colloidale permette ai minerali e ai principi attivi contenuti nella soluzione di essere assorbiti completamente dall’organismo e di svolgere le funzioni benefiche che più ricerchiamo e desideriamo.

Si tratta di proprietà antinfiammatorie, antivirali, disinfettanti, antifungine e antibiotiche, per quanto riguarda i minerali o di reintegratori di principi attivi per gli altri che agiscono sull’organismo in modo naturale, perché i colloidali lo sono al 100% e non contengono additivi chimici.

Ad oggi, i minerali di cui puoi beneficiare in forma colloidale sono l’oro, l’argento, rame, ferro, magnesio, potassio e calcio.

I preziosi principi attivi sono le vitamine C e la D, il collagene e l’acido ialuronico.

L’importanza dei minerali e dei principi attivi è cruciale e puoi scegliere quelli che ti servono in base alle tue esigenze.

Di base, sono i regolatori delle funzioni fondamentali del nostro organismo e fanno sì che possano svolgersi in modo armonioso ed equilibrato.

Ad esempio, se avverti stati di ansia e tensione, fai fatica a concentrarti e senti che tutto ti pesa, puoi assumere l’oro colloidale puro, una soluzione che ha già aiutato migliaia di persone a ritrovare benessere emotivo e risvegliare le proprie capacità di azione e concentrazione.

Oppure, se fai fatica a dormire, avverti stanchezza e debolezza, crampi e fiato corto, puoi provare il magnesio colloidale puro che contrasta questi sintomi e ti aiuta a ritrovare serenità nel sonno, allevia i dolori muscolari e ti offre energia e vitalità istantanee.

Questi sono alcuni esempi delle composizioni colloidali disponibili e alla domanda cosa sono i colloidali, ne segue spesso un’altra che è naturale nasca nelle persone che stanno scoprendo per la prima volta questa formulazione così rivoluzionaria.

Si tratta delle probabili controindicazioni che i colloidali possono presentare.

È normale pensare che possano esserci, perché ci hanno abituati da tempo a pensare che se un rimedio medicinale fa bene da una parte, molto probabilmente può nuocere dall’altra.

Nel caso dei colloidali questo non accade assolutamente, perché non sono farmaci o medicinali, e perché la loro assunzione non ha alcuna controindicazione né effetto collaterale e non da nessun problema di accumulo o sovra-dosaggio.

Per questo si tratta di una vera e propria rivoluzione, che coinvolge l’organismo nel suo complesso e ti permette finalmente di assumere solo il principio attivo che hai scelto, senza altri elementi potenzialmente nocivi o disturbanti per la tua salute.

 

Come si assumono i colloidali?

 
manager coperture keyman

Sai che i rimedi o gli integratori possono essere assunti per via orale, quindi in pastiglie, bustine o soluzioni simili.

Il problema, in questo caso, è che qualsiasi sia il rimedio che vuoi assumere in questa formula, esso transiterà attraverso il sistema digestivo e il principio attivo che andrà ad agire sul disturbo o problema sarà molto inferiore rispetto alla pastiglia o alla bustina intatte, ancora da assumere.

In altre parole, è come se prendendo una pastiglia o una bustina ne assumessi, realmente, solo una piccola porzione, perché gran parte del contenuto viene distrutto prima dagli acidi gastrici e poi da tutto il processo digestivo.

Un altro metodo per assumere i rimedi è l’iniezione, che ‘salta’ il processo digestivo ma è invasivo, laborioso e talvolta doloroso. Sicuramente si tratta di un metodo di assunzione che non vorremmo fare ogni giorno su noi stessi e sugli altri.

I colloidali risolvono brillantemente questi problemi, perché quando vengono assimilati mediante assunzione orale, vengono immediatamente assorbiti dalle mucose della bocca e si diffondono gradualmente attraverso il sistema linfatico e cardiocircolatorio, fornendo un’azione terapeutica immediata e prolungata nel tempo, in maniera del tutto sicura e priva di qualsiasi tossicità.

Proprio così: essendo assorbiti dalle mucose orali, i principi attivi vengono immediatamente assimilati al 100% e questa è la grande rivoluzione dell’assunzione colloidale.

Inoltre, i colloidali possono essere assunti velocemente in qualsiasi momento della giornata, anche a stomaco vuoto, perché non impegnando il tratto intestinale e non subiscono tutto il processo digestivo.

Per particolari necessità, i colloidali possono essere inoltre spruzzati sulla pelle e l’assorbimento attraverso il derma è ugualmente veloce ed efficace.

Ora che hai compreso cosa sono i colloidali e come possono aiutarti a migliorare il tuo benessere fisico, emotivo e psicologico in modo semplice e naturale, ti invitiamo a scegliere sul nostro sito l’oligoelemento che fa al caso tuo e a scoprire i vantaggi per la tua salute.

ragazza che si fa domande - cosa sono i colloidali